venerdì 7 marzo 2008

ALLERGIE. Quando gli esperti inventano prima la malattia e poi i nuovi malati

8 MARZO, FESTA DELLE DONNE
E DELLE ALLERGIE
- Stammi lontano, caro, ché se no mi vengono le chiazze!
- E' quello che volevo dirti anch'io, cara!
(Da uno studio della North Pole Free University, sembra che l'unica vera allergia scientificamente dimostrata sia quella tra marito e moglie).

Ciao Nico, oggi ho preso la risposta del patch test... sono risultata positiva al nichel. Sulla risposta c'è scritto che si trova in molti alimenti come farina integrale, pomodoriiiiii, piselli fagioli ecc... Li devo eliminare :-((( o diminuire. La dott mi ha detto che c'era un lieve eritema. Mah... Maria Cristina.
.
Cara Maria Cristina, siamo fuori tema: gli alimenti non c'entrano, paradossalmente. Li si accusa, da qualche decina d'anni, come comoda scusa d'un malfunzionamento psico-fisico dell'organismo, ma non è "colpa" loro. Tanto meno dell'alimentazione naturale. Ne parliamo qui eccezionalmente perché interessa molte donne che mi leggono o seguono i miei Seminari. A proposito, auguri, oggi è l' 8 marzo, festa delle donne e delle allergie, direbbe Woody Allen. E, anzi, sospetto che alcune si interessino di alimentazione sana proprio a causa delle loro reazioni patologiche.
Che fare, intanto? Intanto cambia dottoressa, e fà nuovi esami, se proprio ci tieni. L'allergologia è una specializzazione recente, deve farsi ancora le ossa. E secondo molti medici non ha ancora abbastanza credibilità come scienza. Insomma, si sa ancora troppo poco in questa nuova specializzazione. Intanto, preparati a fare a meno di cioccolata, liquirizia, noccioline americane. Il resto del cibo ne ha pochissimo di nichel, la farina integrale ne ha 50 volte meno della cioccolata. Vedi di risolvere eliminando le pentole di acciaio inox, recupera il coccio o la ghisa (a trovarla), l’alluminio no, è velenoso, stà attenta a vestiti e ciondoli.
Ma poi, perché ti ostini a fare i test di intolleranza? Lo sai che sono l'inizio della fine della tranquillità? Ti vuoi male? Non si tratta di diagnosi scientifiche, quasi sempre danno false intolleranze. La scienza ancora non ci capisce niente. Le uniche intolleranze scientificamente provate - dicono i pochi super-esperti - sono al lattosio e al glutine. Tutti sanno che i test anti-intolleranza servono solo a ingrassare gli allergologi.
E poi ti condannano a mangiare ancora peggio. Con la scusa di eliminare una molecola ti vietano decine di cibi fondamentali. La tua dieta sarebbe assolutamente deficitaria, sbagliata, in breve tempo dannosissima. Per essere anallergica la tua dieta somiglierebbe a quella monotona, raffinata e in bianco degli ospedali. Senza i migliori cibi preventivi. Proprio il contrario di tutte le raccomandazioni per star bene. E sì, perché i cibi sani e naturali sono pieni di sostanze, migliaia e migliaia ciascuno. Perciò prevengono e curano, grazie proprio ai microelementi. E il nichel fa bene e male, come tutto. Stimola il pancreas e aiuta i diabetici, tra l'altro.
Credimi, c'è qualcosa di peggio della mania delle diete. E' in atto una vera follia collettiva in tutto il mondo, specialmente tra le donne, la fissazione paranoica dei test di intolleranza. E' alimentata dall'eccesso di informazione, dalle leggende di salotto-ufficio-internet, ma anche dai medici di base, che così si tolgono dai piedi un paziente difficile e possono infilare nel pozzo senza fondo, nel mistero dell'allergia e dell'intolleranza, un quesito insolubile. E naturalmente dagli stessi allergologi.
Una disciplina, la loro, che io cancellerei tranquillamente dall'oggi al domani. Rubricati come allergie o intolleranze fenomeni che prima non venivano neanche presi in considerazione o erano addebitati ad altre sindromi, bisognava inventarsi una specializzazione. Costruita la nuova specializzazione e creati i professionisti della materia, bisognava trovare i... malati. E tanti, da permettere di dare di che vivere a migliaia di "esperti". Ecco fatto, grazie alla depressione di massa e alle fobie per il cibo.
Mentre il problema non sta nei cibi. Ma nella nostra psiche.
C'è un eccesso di analisi, questo sì, patologico. E un giorno si scoprirà che questi test sono una cosa poco seria, per niente scientifica, meccanicistica, da laboratorio del dottor Caligari nell'800.
Lascia stare. Sono sicuro che se io facessi dei test anch'io risulterei allergico a tutto.
Rilassati, fà sport, và all'aria aperta, divertiti, non pensare alle malattie... Se tu le cerchi disperatamente, le trovi. Immagina di essere una donna etrusca o romana antica. Non aveva a disposizione questa comoda scusa per sentirsi "malata". Neanche aveva i medici. Che vennero dalla Grecia, dall'Oriente un po' imbroglione, come ripeteva Catone che di salute se ne intendeva, proprio a "diffondere malattie", o meglio l'idea che ci si dovesse o potesse ammalare. I Romani lo scoprirono subito questo meccanismo perverso.
Fà come fanno i medici: non andare dal medico. Nelle statistiche mediche i medici passano per "trasandati", mentre sono solo timorosi di farmaci e camici bianchi.
E poi, non hai 10 anni, e neanche 20. Ti accorgi di avere intolleranze a 50 anni. Vuol dire che finora hai vissuto "male", senza saperlo? E ora che lo sai, vuoi vivere "meglio" dai 50 ai 90, togliendo dalla dieta pomodori e cereali integrali? Macché, lascia stare. Ti auguro di risolvere presto il problema, che forse sta dentro di te, e di non vedere più né allergologi né altri medici.

Etichette: , , , ,

6 Comments:

Blogger Le Oche al Sasso said...

Caro Nico,

più la leggo più continuo ad adorarla in ogni sua.... manifestazione! Ma perché non passano al TG quello che dice/scrive? Ha dimenticato solo di citare il "miracolo del dimagrimento", ovvio rimane ben poco da mangiare, ma che per il "paziente" é la prova di quel gonfiore diffuso (non grasso) dovuto all'allergia (non al mangiare troppo e male). E ne sono convinti. Potrebbe anche essere un approccio intelligente ad una dieta, mangiare meno a causa di un'allergia è più facile che mangiare meno per dimagrire (pur essendo l'obbiettivo ultimo di molti che vanno dai nuovi allergologi). Se solo questi ultimi si orientassero su una dieta veramente sana anziché assurda, avrebbero trovato una chiave preziosa per migliorare i comportamenti umani nell'alimentazione, penso ai casi di gravi obesità...

Al prossimo post

Roberta

8 marzo 2008 09:55  
Anonymous ivana said...

Carina la vignetta e in quanto al post parole sante... (oops, so che sei non credente...:-))
Grazie per gli auguri alla Allen per l'8 marzo :-)
smacks

8 marzo 2008 12:35  
Anonymous Letizia said...

A proposito di malattie inventate dai medici e malattie causate dai farmaci posso chiederti la tua opinione circa i vaccini pediatrici. Ho un bimbo piccolo e leggo tutto quello che trovo sull'argomento. Sto maturando l'idea di non vaccinarlo ma ho mille dubbi. De Lorenzo docet che ai nostri politici interessano più le mazzette dalle case farmaceutiche che la salute dei cittadini.... cosa fare ????
grazie mille.

12 marzo 2008 15:13  
Blogger Nico said...

Vaccini? Premetto che non so nulla dei rischi specifici dei vaccini tipici dei bambini, e parlo dei vaccini in generale. Il grande Louis Pasteur ha sempre avuto molti nemici. Che cosa pensa un naturista moderno dei vaccini? La cosa è piena di sfaccettature. Esiste un'ala "tradizionalista" che è contraria. Ma per gli stessi motivi per cui erano contrari i preti oscurantisti e anti-illuministi nell'800, cioè che bisognasse accettare tutto il "male del mondo"... che l'artificiale voleva dire "eliminare la sofferenza data da Dio" ecc. Non era una buona ragione... E bisogna ricordare che il Naturismo o filosofia della Natura, del quale sono un convinto teorico e sostenitore, non è anti-scientista, anzi, prende le mosse da Ippocrate, fondatore della medicina. La Scienza dopotutto altro non è che lo studio della Natura. Il Naturismo o salutismo naturale si è sempre evoluto insieme alla scienza, magari anticipandola di decenni (v. cereali integrali, molta verdura e frutta, crudismo, vegetarismo: tutte cose oggi diventate l'abc degli scienziati, ma non ancora di tutti i medici, che com'è noto arrivano 10 anni dopo). I naturisti non sono reazionari ma all'avanguardia, purché la Scienza sia d'accordo con la Tradizione e la Natura. Del resto come "leggeremmo" la Natura senza la scienza?
Un vaccino si poteva criticare ancora qualche anno fa per la presenza di sostanze tossiche come il mercurio, che ora sono state eliminate. Ma ora?
Si consideri che un vaccino non è un farmaco ma un virus devitalizzato che ha il compito di stimolare la naturale reazione di difesa naturale dell'organismo. Non uccide il virus ma rafforza le nostre difese contro il virus. Reazione che l'organismo scatenerebbe di per sé.
Se contestiamo i vaccini, allora che dovremmo dire di certi farmaci tossici che ci prendiamo?
Piuttosto ricordiamo che in alcune malattie (p.es. influenza) un vaccino non assicura che non ci ammaleremo, ma dà solo una probabilità, sia pure alta.
Insomma, tra tante cose artificiali e tossiche della nostra esistenza (cause chimiche, fisiche, stress psicologico, virus, batteri ecc), almeno ce n'è una serie che si comporta da "amica", che riduce i rischi.
Quindi, calcolati pro e contro, rischi e benefici, sono favorevole.

14 marzo 2008 19:25  
Blogger mammafelice said...

Aimè, pur avendo fatto vaccinare mio figlio, devo però aggiungere che non tutti i vaccini sono privi di mercurio (solo l'esavalente, così ti obbligano a farli tutti e sei, parlo di quelli forniti dallo Stato) e contengono comunque sostanze conservanti, alcuni la formaldeide!
Insomma, credo che dipenda dai rischi, per valutare i pro e contro: va bene per le malattie gravi, ma per l'influenza mi sembra veramente stupido!

28 settembre 2008 15:06  
Blogger Nico Valerio said...

Ho risposto varie volte ai quesiti sul nichel. Ma come altri "allergeni" (definizione folle) il cibo non c'entra nulla, fa tutto il nostro corpo. Come nelle coliti, per esempio.
A me e alla stragrande maggioranza delle persone il nichel "fa bene", addirittura...:-)
Infatti è un microelemento presente nei nostri cibi. E svolgerà senza dubbio importanti funzioni.
Ed è stupido dire che è tossico (in larghe dosi). Allora tutto è tossico nei nostri alimenti, che contengono migliaia di molecole chimiche e anche sostanze cancerogene. Che facciamo, eliminiamo i glucosinolati anti-cancro dei broccoli perché sono "tossici" (antinutritivi e gozzigeni)? Assurdo
Ed è assurdo dire ad una persona allergica che non può mangiare nulla di sano (cereali integrali, gran parte delle verdure ecc). E' chiaro che L'ALLEGOLOGIA NON E' ANCORA UNA SCIENZA ATTENDIBILE. La soluzione non è certamente mangiare carne, pesce e formaggi come risulta dalle loro stupide tabelle. Mangiando così... si muore!
E' come se uno non mangiasse più nulla per non avere più problemi intestinali! Certo, la colite sparisce, ma sparisce anche il malato.
Insomma, navigano nel buio e non lo ammettono. Intanto fanno soldi.
Un amico allergologo mi disse che l'unica relazione davvero provata è quella del lattosio del latte.... figuriamoci.
E' solo una reazione pazza del nostro organismo, che anticamente pare non ci fosse. Gli scienziati ritengono tra le varie ipotesi che una parte delle cause sia legata all'igiene eccessiva e allo scarso contatto dei civilizzati con la terra, e la sporcizia. A differenza degli antichi.
Abituiamo i bambini a giocare con le cose sporche e con la terra, e non laviamoli troppo.
A tutto questo si è contrapposto inventando una disciplina ancora immatura: l'allergologia. Che non ha cure sensate. Si limita a togliere i cibi dal piatto: furbi!
Insomma, per la serie: aspettiamo, passerà...:-)

27 agosto 2009 13:47  

Posta un commento

<< Home